Browse By

“Loud” di Rihanna: recensione del nuovo album by Musikami.it!

Premettendo che potete ascoltare qui tutte le canzoni dell’album Loud di Rihanna fresco fresco di uscita, ecco una breve recensione dopo il primo ascolto.

Ovviamente proponiamo a tutti i nostri lettori di darci la loro opinione con i commenti!

Rihanna Loud

Recensione di Loud by Musikami.it:

Credo che lo stile di questo quinto album vesta perfettamente Rihanna e che queste canzoni, certamente molto più intime, elaborate e pensate per le sue vocalità rispetto a qualunque altra produzione precedente, scaturiscono un effetto unico e trascinante!

Certo lasciando fuori S&M e Only Girl che, per quanto belle e ritmate, di certo non possono che essere considerate canzonette pop facilmente “coverizzabili”, se mi è permesso il neologismo…

Un po’ facile la scelta della parte II di “Love the way you lie” che non aggiunge niente di nuovo e propone il ritornello già conosciuto: con questa canzone, sinceramente, Rihanna cerca di vincere facile….

Davvero molto molto belle Fading, Complicated, California King Bed e Man Down. Quest’ultima sorprendentemente adatta, nonostante il ritmo vagamente raggie, alle vocalità della cantante. Le prime invece cucite ad hoc sulla tonalità e l’estensione di Rihanna che non delude, portando l’ascoltatore in un mondo di emozioni difficilmente esplorabile tramite una cantante pop.

Per quanto riguarda le canzoni “What’s my name” (feat. Drake) e “Cheers (drink to that)“, posso solo dire che sono canzoni carine, orecchiabili ma che non hanno bisogno di un ulteriore ascolto per essere posizionate nella categoria di “canzone riempialbum”.

Meno facili da apprezzare inizialmente, ma sicuramente più convincenti nei successivi ascolti sono Raining man (feat. Nicki Minaj) e Skin.

In conclusione l’album ha stupito e deluso in diversi modi.
Impressionante la capacità di Rihanna di comporre a soli 22 anni brani che dimostrano esperienza e capacità da cantante affermata e matura, così come la sua voce, che diventa sempre più matura e capace di inaspettate sorprese.
Peccato per quei brani scontati, facili e fin troppo banali, che non consentono a Rihanna di portarsi a un livello superiore rispetto alle altre artiste pop sul mercato, ma d’altronde un modo per venderlo bisogna pur trovarlo, no?

Emanuele

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>