Browse By

Katy Perry Live in tour a Milano: le opinioni di Musikami.it

Reduci del The California Dreams Tour 2011 di Katy Perry al Mediolanum Forum di Assago (Milano), ecco le nostre impressioni.

Cominciamo con i lati positivi: canta live senza playback, ma con delle ottime coriste. Certo l’audio non era altissimo, però si potevano apprezzare le doti della Perry.

Lo show è iniziato con Teenage Dream, canzone sicuramente tra le più conosciute, ma che non ha il ritmo e la carica giusti per cominciare un concerto.
Da subito ci si accorge di essersi immersi in uno spettacolo pieno di caramelle, uomini di pane, zucchero filato e tanti dolci… L’ambiente, avete capito, è quello del video di California Gurls!

A metà show ha fatto 5 canzoni lente di fila, soluzione non ottimale per tenere alta l’energia dei fan. Ha accennato anche alla hit dell’amica Rihanna, “Only Girl in The World“.

E’ da ammettere, Katy Perry è simpatica, ironica e sexy, peró lo show non convince del tutto: il palco è più piccolo di qualunque visto fino ad ora, privo di una qualunque scenografia se non delle classiche scale, il supporto per innalzare da terra ballerini o cantante a seconda dell’esigenza, e una botola, giusto per i cambi d’abito.

Bella trovata le bolle di sapone, i palloncini, il fumo; carini gli abiti, soprattutto quando durante Hot and Cold se ne cambia almeno 5 con abili trucchi degni della più brava prestigiatrice.

La verità? Poco entusiasmante e soprattutto una cosa su tutte ci ha lasciati perplessi: sembrava uno show per bambini… Il California Dream sembra più un omaggio di cattivo gusto a Alice nel Paese delle meraviglie, il tutto chiuso da un abbraccio virtuale a Whitney Huston grazie alla performance finale di “I wanna dance with somebody”

Katy Perry, spaesata di fronte a tante persone (era la prima volta che si esibiva davanti ad un pubblico così vasto) rimane comunque quella che traspare: una simpaticissima cantante, ancora in cerca di una strada definitiva per non perdere il discreto successo acquisito, e magari uscire da questo genere pop senza energia che al massimo le consentirà di essere una piccola Kylie Minogue: sempre uguale negli anni e piuttosto piatta.

Chi di voi è stato al concerto? Che ne pensate?

11 thoughts on “Katy Perry Live in tour a Milano: le opinioni di Musikami.it”

  1. ILGerva says:

    Mi spiace dirvelo ma vuol dire che di concerti non ne avete visti molti…
    Mi rivolgo soprattutto a quelli che vanno ai concerti solo per trovarne i difetti…
    Non voglio fare l'intenditore o quello che sa chissà che cosa, ma ci tengo a sottolineare che la valutazione deve essere data soprattutto che quello che l'artista vuole trasmettere ai propri fan, che ieri erano in visibilio, divertiti e coinvolti…
    Coreografie, scenografie e quant'altro sono solo un contorno di quanto l'artista deve proporre durante lo show…
    E ieri Katy Perry l'ha trasmesso benissimo, non ha avuto paura di far vedere le proprie emozioni e ha avuto anche il giusto tocco di autorironia…
    Non sottovalutiamo poi che è una delle poche popstar che si presenta davanti al pubblico suonando dal vivo e anche discretamente bene…
    Cmq riallacciandomi al discorso di prima l'importane è che tu sia confermato dai tuoi sostenitori, conquistare quelli distaccati o contrari non serve a nulla, tanto è sempre la solita marmaglia di caproni alternativi…

    1. Ema says:

      di concerti ne ho visti, però una che canta "voglio vedere il tuo pavone" e poi fa il concertino che può essere trasmesso su disney channel da tanto è infantile non può essere definita un animale da palcoscenico… il tuo discorso non sta in piedi: i fan per definizione etimologica sono fanatici, pertanto sentirebbero il trasporto anche se stesse zitta due ore sul palco….

  2. mag says:

    dj skeet skeet mi sembra.
    ahaha ma non è mai vero che non si era mai esibita di fronte a tanta gente prima!

  3. anonimo2 says:

    io concordo con anonimo …….. io sono stato anche al concerto e mi è sembrato un concerto come tutti gli altri…… bellissimo concerto….. concordo perfettamente con anonimo

  4. Ilaria says:

    Siii giusto era il nome che era scritto sulla consolle! Dj Skeet Skeet! Grazie! :D

  5. Ilaria says:

    Si la band prima di lei erano i New Young Pony Club! io invece volevo sapere chi fosse il Dj!

    1. Ema says:

      credo dj skin skin o qualcosa che suona così :)

  6. ILGerva says:

    Non sono d’accordo con questa recensione… Lo spettacolo sarà stato piuttosto pop (visto che è una popstar) ma ha dato prova di ottima tenuta di palco…
    Il cantato è stato ottimo, meglio delle aspettative anche se sostenuto dalle 2 bravissime coriste…
    Grande prestazione che è riuscita a convincere a pieno il pubblico presente, da sottolineare soprattutto l’autoironia e anche l’ottima prestazione nei pezzi acustici, dove Katy si ha suonato la chitarra senza sfigurare…
    Il lato sexy è sicuramente il suo punto forte, però sostenuto alla grande dal suo carisma e cosa più importante il non aver paura di trasmettere le proprie emozioni ai presenti… Penso di dare un giudizio superpartes vista la mia scarsa attitudine al genere, visto che le mie precedenti apparizioni al forum erano per concerti di tutt’altro tipo (kiss, ac/dc, metallica, deep purple, smashing pumpkins ecc)…
    Perciò Katy Perry promossa a pieni voti, per prestazione e spettacolo, soprattutto per aver proposto uno show a un prezzo piuttosto ridotto rispetto a troppi altri artisti…

  7. anonimo says:

    spaesata di fronte a tante persone??? ma se avrà fatto un casino di concerti con più gente di quella che c'era poche ore fa a milano dai suvvia!
    che poi definire questo un concerto privo di scenografia mi sembra una cavolata considerando COSA HA FATTO ed è pure una mancanza di rispetto verso ballerini/e e coreografi che hanno fatto un buonissimo lavoro.
    se poi il palco era piccolo (cosa effettivamente vera) mica è colpa sua anzi questo dovrebbe essere un suo pregio d'aver tirato fuori un signor spettacolo con così poco spazio.
    e poi perchè dovrebbe essere stato un concerto per bambini? è da quando è uscito il singolo california gurls che si sapeva che avrebbe giocato molto col tema dolciumi, fantasia, ecc ecc….

    1. Ema says:

      innanzitutto l'ha detto lei di non aver mai cantato davanti a tante persone in uno dei suoi concerti……e posso capire, tant'è che era organizzato per il palasharp…. detto ciò esattamente "COSA HA FATTO" che non abbiano già fatto altri cantanti? il cambio d'abiti di hot and cold è l'unica cosa innovativa….per il resto erano movimenti scordinati, sia per le scene che per i ballerini, bravissimi, ma sembrava che ognuno ballasse la sua canzone….
      La dimensione Disney Channel era palese, tutti i video erano proprio per bambini…non erano neanche così ironici da diventare divertenti per chi non è fan, come me… e poi scusa, siccome si sapeva che avrebbe giocato con quel tema allora è ok? Io l'ho trovato davvero infantile (tipo la proiezione di tutti i baci dei cartoni animati)…

  8. anna says:

    concordo su tutto e aggiungo anche a tratti noioso, soprattutto per il tempo morto interminabile tra le varie canzoni.
    Cambi d'abito, entrate dei ballerini, tutto avviene sul palco con goffaggine e poco ritmo.
    Aggiungo anche un vago sentore di cirque du soleil senza però esserne all'altezza.

    Stavo cercando di capire il nome del gruppo di supporto (non il dj, il primo gruppo), qualcuno può aiutarmi?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>